REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL “CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN PIANTE OFFICINALI E PREPARAZIONI FITOTERAPICHE”

 

Art. 1 - Finalità ed obiettivi formativi


Il corso si pone l’obiettivo di:

  • formare professionisti esperti nel campo delle piante officinali che, inseriti nel settore privato e/o pubblico, possano fornire a quanti operano nell’ambito sanitario le conoscenze necessarie e gli strumenti più opportuni per un corretto impiego delle piante officinali nei loro diversi campi d’utilizzazione;
  • formare esperti che, aggiornando su corrette basi scientifiche la loro preparazione e valutandone le caratteristiche, siano in grado di formulare preparazioni erboristiche coniugandone il potenziale terapeutico con il rispetto delle norme del Sistema Sanitario Nazionale;
  • preparare esperti nel campo delle proprietà chimico - farmaco - tossicologiche delle piante officinali e dei processi di preparazione dei fitocomplessi che sappiano correttamente consigliare il consumatore;
  • fornire avanzate conoscenze teoriche e pratiche sulle tecniche di lavorazione e conservazione dei prodotti ottenibili dalle piante officinali.

Destinatari


Il Corso è rivolto ai laureati delle classi di cui all’art. 5 che desiderano ampliare le loro conoscenze del mondo vegetale, con particolare riguardo al trattamento con le piante officinali di alcune patologie, approfondendo la conoscenza dei prodotti fitoceutici e la loro corretta utilizzazione per meglio illustrarne ai pazienti il relativo uso.

Art. 2 - Durata del Corso


Il Corso si svolgerà su base annuale. Il calendario del Corso sarà stabilito nell’ambito della programmazione didattica della Facoltà e comunicato nel bando di concorso.

Art. 3 - Organizzazione didattica


Il corso prevede un impegno didattico di 1500 ore (60 CFU) così ripartite: 150 ore (6 CFU) di didattica frontale,  didattica interattiva, attività di laboratorio galenico-erboristico, visite ad aziende erboristiche ed officine fitoterapeutiche ed escursioni didattiche in siti naturalistici; 500 ore (20 CFU) per la preparazione di un erbario; 150 ore (6 CFU) per role playing attraverso l’affidamento ad un gruppo di lavoro dell’elaborazione completa di una scheda riguardante una determinata patologia e la scelta delle piante per essa indicate, 700 ore (28 CFU) di studio individuale.
Al termine delle attività didattiche interattive e delle esercitazioni di laboratorio galenico-erboristico dovrà essere prodotto un elaborato scritto.


L’attività didattica verterà su argomenti inerenti le seguenti discipline: Botanica Farmaceutica, Farmacognosia, Fitochimica e Fitoterapia, Chimica e Tecnologia degli Aromi, Scienza dell’Alimentazione, Chimica Farmaceutica, Laboratorio di Galenica Officinale, Legislazione Erboristica, Merceologia, Prodotti Cosmetici, Tecniche di Comunicazione, Tecnica Farmaceutica.
Il bando del Corso definirà gli argomenti che saranno trattati nel Corso ed i docenti che svolgeranno le relative lezioni.

Prove intercorso


Sono previste prove intercorso che saranno considerate parte integrante della prova finale. Le prove intercorso sono rappresentate dall’allestimento dell’erbario, dalle relazioni sulle prove di laboratorio, l’attività didattica interattiva e le visite alle aziende. Ai fini del giudizio finale è indispensabile la consegna del 70% delle relazioni e dell’erbario.

Prova finale


La prova finale consiste in un questionario a risposta multiple e ad essa sono ammessi coloro che abbiano i requisiti previsti dall’Art. 7 del presente Regolamento.


Materiale didattico


Il Consiglio di corso ha attivato un sito ad uso degli iscritti nel quale sono pubblicati: il regolamento ed il bando di ammissione al corso, il programma delle lezioni, le presentazioni dei docenti, bibliografia e siti consigliati, notizie e segnalazioni utili (www.pianteofficinali-prodotti fitoceutici.unina.it).


Strutture per lo svolgimento del Corso


Le attività didattiche si svolgeranno presso la sede del Dipartimento di Farmacia, utilizzando le aule con attrezzature multimediali ed i laboratori della Facoltà, ed eventuali altre sedi, successivamente comunicate.

Art. 4 - Consiglio del Corso


Il Consiglio del Corso è costituito dai seguenti professori dell’Ateneo che sono disponibili a svolgere attività didattica nel Corso:
Prof. Giuseppe De Rosa, associato di Laboratorio di Preparazione di Medicamenti Fitoterapeutici, Dipartimento di Farmacia - Università degli Studi di Napoli “Federico II”;
Dott.ssa Carmen Formisano, ricercatrice di Botanica Farmaceutica, Dipartimento di Farmacia - Università degli Studi di Napoli “Federico II”;
Prof. Paolo Grieco, ordinario di Chimica Farmaceutica, Dipartimento di Farmacia - Università degli Studi di Napoli “Federico II”;
Prof. Angelo A. Izzo, associato di Farmacognosia, Dipartimento di Farmacia - Università degli Studi di Napoli “Federico II”;
Prof. Nicola Mascolo, ordinario di Biologia Farmaceutica, Dipartimento di Farmacia - Università degli Studi di Napoli “Federico II”;
Prof. Ettore Novellino, ordinario di Chimica Farmaceutica, Dipartimento di Farmacia - Università degli Studi di Napoli “Federico II”;
Dott.ssa Daniela Rigano, ricercatrice di Biologia Animale e Vegetale, Dipartimento di Farmacia - Università degli Studi di Napoli “Federico II”;
Prof. Antonia Sacchi, associato di Analisi dei Prodotti Cosmetici, Dipartimento di Farmacia - Università degli Studi di Napoli “Federico II”;
Prof. Orazio Taglialatela Scafati, associato di Chimica Organica, Dipartimento di Farmacia - Università degli Studi di Napoli “Federico II”.

Art. 5 - Titolo di studio richiesto per l'accesso al Corso


Per l’ammissione al Corso bisogna essere in possesso di una delle seguenti lauree triennali istituite ai sensi del D.M. 509/99 in: Biotecnologie (classe 1); Chimica (classe 21); Professioni Sanitarie Tecniche (classe SNT/3);  Scienze Biologiche (classe 12); Scienze e Tecnologie Agrarie e Forestali (classe 20); Scienze e Tecnologie Farmaceutiche (classe 24) o della laurea specialistica in: Biologia (classe 6/S); Biotecnologie del Farmaco (classe 9/S); Biotecnologie Mediche (classe 9/S); Chimica e Tecnologia Farmaceutiche (classe 14/S), Farmacia (classe 14/S); Medicina e Chirurgia (classe 46/S); Medicina Veterinaria (classe 47/S); Scienze Biologiche (classe 6/S); Scienze Chimiche (classe 62/S); Scienze della Natura (classe 68/S); Scienze della Nutrizione Umana (classe 69/S); Scienze e Tecnologie Agrarie (classe 77/S), o delle classi corrispondenti ex D.M. 26 luglio 2007 N. 386 istituite ai sensi del D.M. 270/2004 secondo le corrispondenze stabilite dal Ministero o di titolo conseguito presso Università straniera qualora lo stesso sia riconosciuto, dal Consiglio dei Docenti del Corso di perfezionamento, equipollente a quelli richiesti, ai soli limitati fini d’ammissione al concorso medesimo.

 

Art. 6 - Numero degli ammissibili


Il Corso è a numero chiuso per 100 partecipanti; il Consiglio del Corso, con propria delibera, può ampliare il numero degli ammessi fino ad un massimo del 20%. In presenza di un numero superiore di domande sarà espletata una selezione le cui modalità saranno stabilite con apposito bando. La Commissione esaminatrice dei titoli è composta dal Direttore del Corso e da almeno altri due membri designati dal Consiglio del Corso.
L’attivazione del Corso è subordinata al raggiungimento di almeno 25 iscritti; il Consiglio del Corso valuterà l’attivazione o meno del Corso in caso di un numero inferiore di richieste.

Art. 7 - Obbligo di frequenza


La frequenza al Corso è obbligatoria nella misura dell’80% di presenze per l’attività didattica e role playing e del 70% per le visite a scopi didattici.

Art. 8 - Importo del contributo di iscrizione e relativo piano di utilizzo delle risorse


Gli iscritti al Corso sono tenuti al pagamento del contributo di iscrizione pari a euro 800,00 (ottocento) comprensivo di assicurazione contro gli infortuni.

Piano percentuale di utilizzo delle risorse in rapporto al numero di iscritti


I proventi derivanti dalle quote di iscrizione al Corso (ventimila - ottantamila euro) ed altri eventualmente provenienti da contributi offerti da Enti pubblici e privati saranno utilizzati per:

  • eventuali compensi, nella misura e con le modalità previste dai regolamenti di Ateneo, a docenti e ricercatori di altre Università ed agli esperti esterni che partecipano all’attività didattica del Corso: dal 6% al 13%
  • spese di soggiorno e di viaggio per eventuali docenti ed esperti esterni: dal 3% al 4%;
  • eventuali compensi per personale tecnico specializzato e tutor: dal 18% al 38%
  • apparecchiature informatiche e accessori: dal 4% al 5%;
  • materiale di consumo (prodotti, vetreria, solventi ecc.) per le esercitazioni di laboratorio e materiale di supporto didattico: dal 22% al 32%;
  • materiale di cancelleria per il funzionamento del Corso: dal 2% al 3%;
  • spese per l’organizzazione di riunioni scientifiche di approfondimento su argomenti del corso: dal 3% al 4%;
  • spese per visite didattiche: dall’8% al 10%;
  • spese assicurative: il 6%

Art. 9 - Eventuali convenzioni per collaborazione con altre Università o con soggetti pubblici e privati


E’ prevista la partecipazione di Professori e Ricercatori di altre Università, Enti Ospedalieri e di esperti provenienti dal mondo produttivo per un impegno non superiore alla metà dell’impegno orario previsto per la durata del Corso.

Art. 10 - Struttura responsabile della gestione amministrativo-contabile del Corso


Dipartimento di Farmacia dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, via D. Montesano, 49 - 80131 Napoli.

Art. 11 - Attestato di frequenza


Al termine del Corso il Direttore presenta al Consiglio di Dipartimento una relazione sull’attività svolta e, quale delegato del Rettore, dopo opportuna verifica delle presenze e del superamento dell’esame finale, rilascia ai partecipanti l’attestato di partecipazione al Corso di Perfezionamento.